IL PROFILO DI RISCHIO E MIFID2

FILTRI
Chiudi

Notizie più lette

la decorellazione

L'IMPORTANZA DELLA DECORRELAZIONE FINANZIARIA

Cat: News - Venerdì 07 Dicembre 2018

La variabile volatilità La decorrelazione finanziaria è un indicatore statistico che misura le relazioni tra gli andamenti di due mercati o indic...

I CERTIFICATI

Cat.: News - Martedì 05 Febbraio 2019

IL PROFILO DI RISCHIO E MIFID2

Cat.: News - Giovedì 24 Gennaio 2019

Questionario Mifid

 

Che cosè il questionario Mifid? E’ un noioso adempimento burocratico come a volte può venire percepito?  Può diventare un prezioso alleato dell’investitore? (Considerato che la premessa da cui nasce è la tutela). E’un obbligo introdotto dalla Direttiva Europea, quindi non è un iniziativa solo della banca ma è un obbligo normativo ed è volto a misurare l’esperienza e la conoscenza di un cliente, la sua situazione finanziaria, la sua propensione al rischio e gli obiettivi. Tutto questo non per curiosità del legislatore o della banca ma per proporre soluzioni di investimento in linea con le caratteristiche del cliente. Va quindi compilato e letto con attenzione. La Mifid è una Direttiva dell’Unione Europea che ha come obiettivo la regolamentazione dei servizi di investimento. L’intento principale è quello di tutelare gli investitori e imporre agli intermediari finanziari l’obbligo di fornire delle informazioni chiare e trasparenti.

 

Mifid1

 

La Mifid1 già diversi anni fa ha introdotto alcuni passaggi: la banca somministra al cliente un questionario, poi insieme alle informazioni interne che essa dispone vengono determinati il comportamento e le attitudini di quel cliente. Sulla base di questi due input, si perviene ad un profilo multivariato del cliente attraverso una serie di caratteristiche numeriche che lo qualificano . Un primo elemento è quanto costui è competente di mercati e prodotti finanziari, il secondo si riferisce al livello di tolleranza al quale ambisce nel momento in cui effettua gli investimenti. Infine si può citare l’orizzonte di investimento del cliente stesso che determina le tipologie di prodotti che può o non può andare ad acquisire.

 

In che modo il questionario tutela il cliente?

 

E’ un prezioso sforzo di autoconsapevolezza. Spesso non riflettiamo abbastanza su aspetti quale la nostra propensione al rischio, la durata del tempo per il quale vogliamo investire e abbiamo un immagine distorta. Ed ecco che il questionario diventa un alleato per individuare la situazione patrimoniale complessiva specifica di ogni investitore. Per essere veramente efficace va aggiornato in base ai cambiamenti che occorrono nella vita. Il questionario non è per sempre, possono cambiare nella vita delle persone molte situazioni finanziarie, cambia l’ età delle persone e con loro anche la propensione al rischio. Quindi deve essere rivisto modificato considerato anche che possiede una scadenza triennale. Il cliente nel momento in cui cambia l’approccio agli investimenti e i suoi progetti di vita deve richiedere al consulente una modifica del questionario.

 

Il Rischio

 

La consapevolezza è l’unica arma per difendersi dalle scelte azzardate o dall’eccesso di paura che fa perdere opportunità. A ulteriore dimostrazione dell’utilità del questionario ci si domanda: e se non esistesse? Il cliente avrebbe uno strumento in meno per tutelarsi. L’ introduzione di un questionario nero su bianco, la quantificazione nero su bianco delle caratteristiche di rischio del portafoglio o dei prodotti che egli acquista e una serie di controlli di adeguatezza, ha inciso in modo rilevante sulla composizione tipica dei portafogli della clientela andando a limitare quelle esposizioni al rischio fine a se stesse che non erano motivate rispetto alla propensione del cliente specifico. In anni passati erano tantissimi gli investitori che magari per 20 anni hanno rinnovato 80 volte i Bot trimestrali pensando “ forse questi soldi potrebbero servirmi” , l’ evidenza ex post dimostra che non era così. Questo esempio conferma che il questionario rappresenta una linea guida che aiuta il cliente anche a capire alcune distorsioni mentali nella sua strategia investimento.

 

L’abitudine a dare la giusta attenzione a uno strumento che permette di definire correttamente il proprio profilo di rischio si sta fortunatamente diffondendo tra i risparmiatori.

 

 

Condividi la notizia

Potrebbe interessarti anche...

scam-2048851-1920.jpg

RAGGIRI E TRUFFE ON-LINE: BANCHE SOTTO LA LENTE

Vademecum per difendersi   Alcuni clienti, ...

scopri
arm-wrestling-567950-1920.jpg

PIL E MERCATI: CHI AVRA' LA MEGLIO?

Chi vincerà?   Un lontano ricordo è orama...

scopri
patrimoniale.jpg

PATRIMONIALE SI O PATRIMONIALE NO?

Il fantasma della patrimoniale   Il fantasm...

scopri
0 commenti

Lascia un commento

Tutti i campi sono obbligatori

contattami

Richiesta informazioni

Hai bisogno di una consulenza in campo finanziario?
Contattami subito, sono a tua disposizione.

Privacy policy

Tutti i campi sono obbligatori