I CERTIFICATI

FILTRI
Chiudi

Notizie più lette

la decorellazione

L'IMPORTANZA DELLA DECORRELAZIONE FINANZIARIA

Cat: News - Venerdì 07 Dicembre 2018

La variabile volatilità La decorrelazione finanziaria è un indicatore statistico che misura le relazioni tra gli andamenti di due mercati o indic...

I CERTIFICATI

Cat.: News - Martedì 05 Febbraio 2019

IL PROFILO DI RISCHIO E MIFID2

Cat.: News - Giovedì 24 Gennaio 2019

Parliamo di certificati. Che cosa sono?

 

Sono strumenti finanziari classici che vengono emessi da un intermediario specializzato che consente di prendere posizione su un’attività sottostante, sia essa una valuta, un’azione, un indice azionario, un tasso di interesse o una materia prima. I Certificati consentono di investire su qualsiasi mercato e incorporano in questo strumento strutture che vanno dalla più semplice replica passiva dell’andamento  del sottostante ( per esempio si comportano in egual modo dell’andamento degli indici di borsa) a quelle invece più complesse che, per poter garantire all’investitore di realizzare svariate strategie di investimento, abbinano tra di loro diversi componenti.  A differenza dei fondi comuni d’investimento che possono avere al loro interno una componente attiva, in presenza di pura replica del sottostante essendo la stessa principalmente passiva, determina un’assenza di commissioni. Se il gestore ha una gestione attiva vuol dire che sta adottando una strategia di investimento che modifica i pesi del portafoglio rispetto al benchmark, selezionando i titoli in base alle ipotesi di crescita e cercando di prevede il momento ottimale di uscita/entrata.

 

Strumento finanziario e strategie di investimento

 

Nei certificati con sottostanti  delle azioni, non è previsto l’erogazione degli eventuali dividendi, rispetto all’investimento diretto nella stessa azione, questi  verranno invece utilizzati dal gestore dell’emittente per acquistare ulteriori opzioni accessorie caratterizzanti il certificato. Il 1998 è l’anno della quotazione del primo certificato sulla Borsa di Milano sul segmento dei covered warrant, il SEDEX, dove oggi vengono negoziati oltre che sul sistema multilaterale di negoziazione Euro TLX. Sono strumenti finanziari in apparenza redditizi, che possono pagare interessi elevati rispetto ad altre forme di investimento, ma è consigliabile utilizzarli in ottica di diversificazione e solo se investitori evoluti perché possono risultare molto pericolosi. Con un unico strumento finanziario si possono realizzare strategie di investimento altrimenti riservate ad investitori istituzionali.

 

Tipologie

 

Il mercato dei certificati propone diverse tipologie di strumenti solitamente suddivise in 4 categorie:

 

  • Certificati equity protection: permettono di proteggere totalmente o parzialmente il capitale investito dal rischio di ribasso, a capitale protetto, concedendo di partecipare in misura variabile al rialzo del sottostante.
  • Bonus: permettono al sottoscrittore a scadenza un premio minimo, a capitale condizionatamente protetto, il Bonus.
  • Benchmark:  a capitale non protetto, replicano l’andamento del sottostante di riferimento, consentendo agli investitori di esporsi al mercato di interesse con lo stesso livello di rischio di un investimento sottostante.
  • Certificati a leva: consentono di beneficiare di rialzi ma possono anche amplificare l’esposizione alle perdite, in quanto presentano un’esposizione più che proporzionale a variazioni di prezzo di un determinato sottostante.

 

Rischi

 

Di seguito le 4 debolezze di questi strumenti:

 

 - Rischio emittente: questi strumenti sono passività emessi dalle banche, qualora andasse in default, l’investitore perderebbe tutto senza possibilità di rivalsa. I certificati infatti non sono coperti dal Fondo interbancario di Tutela dei Depositi.

- Rischio liquidità: non tutti i prodotti sono scambiati sul mercato e quelli quotati scambieranno molto poco.

- Rischio prezzo: la controparte decisa ad acquistare i certificati è di solito la stessa banca che li ha emessi. Se c’è un solo operatore, il prezzo è fissato in regime di monopolio.

- Commissioni di sottoscrizione: elevate commissioni di sottoscrizione se acquistati non sul mercato secondario

 

Punti di forza

 

Li riassumiamo in:

 

  • Diversificazione: acquistando un certificato, l’investitore ha l’opportunità di investire a costi contenuti in sottostanti altrimenti non accessibili come materie prime, indici, panieri di azioni, tassi di interesse e valute.
  • Capitali ridotti: per investire in questi prodotti sono sufficienti importi contenuti.
  • Negoziabilità: i certificati vengono negoziati nel mercato regolamentato di Borsa italiana e possono essere acquistati e venduti come semplici azioni.

A mio avviso però il principale punto di forza è il trattamento fiscale. Facendo un esempio concreto possiamo analizzare  la differenza tra un certificato ed un obbligazione. Entrambi possono staccare delle cedole , se l’obbligazione stacca una cedola del 4%, al cliente sul conto corrente vengono accreditati l’importo della cedola meno il capital gain, indipendentemente che abbia o meno delle minusvalenze accantonate;  se invece il cliente ha nel portafoglio un certificato che stacca una cedola del 4% sul conto corrente gli verrà accreditato l’importo netto della cedola che rimarrà se avrà delle minusvalenze da poter compensare, diversamente sarà addebitato in un secondo momento il capital gain. Questo è il maggior beneficio che ha un certificato, è molto importante da un punto di vista fiscale, e per i clienti che possiedono delle minusvalenze, può risultare lo strumento più efficiente.

 

Condividi la notizia

Potrebbe interessarti anche...

scam-2048851-1920.jpg

RAGGIRI E TRUFFE ON-LINE: BANCHE SOTTO LA LENTE

Vademecum per difendersi   Alcuni clienti, ...

scopri
arm-wrestling-567950-1920.jpg

PIL E MERCATI: CHI AVRA' LA MEGLIO?

Chi vincerà?   Un lontano ricordo è orama...

scopri
patrimoniale.jpg

PATRIMONIALE SI O PATRIMONIALE NO?

Il fantasma della patrimoniale   Il fantasm...

scopri
0 commenti

Lascia un commento

Tutti i campi sono obbligatori

contattami

Richiesta informazioni

Hai bisogno di una consulenza in campo finanziario?
Contattami subito, sono a tua disposizione.

Privacy policy

Tutti i campi sono obbligatori